Ho un castello nel cuore

Standard

Dodie Smith

Due sorelle e un castello in rovina nella campagna inglese.

Più un cane che si chiama Eloisa, un gatto che si chiama Abelardo, un padre scrittore privo d’spirazione, una matrigna bellissima e in cerca di "contatto con la natura", un fratello brillante e distratto, un servitore devoto e bello come un dio.

E due affascinanti americani che arrivano quando le cose vanno di male in peggio, e aprono le danze di una commedia leggera – ma non tanto – su amore, amicizia, sentimento e famiglia, sullo sfondo di un’Inghilterra inizio secolo splendida e romantica.

Un romanzo delizioso, tenero e profondo insieme, che parla di molte, moltissime cose sotto la vernice brillante della commedia degli equivoci.

Peccato che di questa prolifica e scintillante scrittrice inglese in Italia si sia pubblicato solo Ho un castello nel cuore e il celeberrimo – ebbene sì, è lei! – La carica dei 101.

Unica nota che mi convince poco è la traduzione di Beatrice Masini: in alcuni punti mi ha lasciato… sconcertata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...