Oscar e la dama in rosa

Standard

Eric-Emmanuel Schmitt

Piccolo libro di grande delicatezza.

Oscar ha dieci anni, e sta morendo di leucemia; Nonna Rosa ne ha – oh! – di sicuro più di cento, e trova il modo di arrivare al cuore solitario di un bambino cresciuto prima del tempo. E gli suggerisce di scrivere a Dio, e di vivere dieci anni ogni giorno, per dodici giorni.

Oscar ha amici, amori, si sposa, invecchia, e infine lascia un biglietto: "solo Dio ha il diritto di svegliarmi".

Un libro davvero bello, straziante nella leggerezza con cui mette in scena un reparto pediatrico e i suoi pazienti, e nella tenerezza del rapporto con una donna che affida Dio al bambino, riscoprendolo, così, anche lei.

Unica nota sconcertante, il fatto che il linguaggio sia talvolta eccessivamente raffinato per un bambino di dieci anni, ma sono dettagli che si perdonano a cento pagine capaci di regalare tanti sorrisi e tante magnifiche immagini: una fra tutte, quella della pianta che viene seminata, germoglia, fiorisce e muore in un giorno solo: metafora perfetta di una vita breve ma pienamente, vigorosamente vissuta.

Un libro che non è un libro per bambini, ma che anche dai piccoli può essere letto e apprezzato; e poi, riletto e apprezzato a livelli sempre più profondi col giusto passare del tempo.

Annunci

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...