Il viaggio della strega bambina

Standard

Celia Rees

Mary scappa, scappa in America: la nonna, una vecchia buona e saggia che l'ha allevata, è stata condannata per stregoneria, i suoi animali uccisi, la sua casa distrutta.
E lei fugge prima che i piccoli, meschini vicini si ricordino di lei, e inizino a temere poteri che non ci sono, che non esistono.
Ma nell'America del 1600 le cose non vanno molto meglio, e ancora Mary combatte l'ignoranza e la superstizione, pronta a lottare per la sua vita e per un mondo che si liberi de tutto dalla necessità di credere che il Male sia fuori, e si possa combattere con torture e omicidi.

Scritto benissimo, come tutti i romanzi dell'autrice, appassionante e ricostruito magistralmente, Il viaggio della strega bambina è un grido di dolore per tutte le donne – e gli uomini – che sono caduti vittime della superstizione, pagando l'invidia altrui o la propria sapienza col fuoco e l'acqua.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...