Oh boy!

Standard

Marie-Aude Murail

"Oh boy!" esclama giustamente Barthelémy Morlevent, quando il destino gli fa capitare fra le braccia i fratellastri Simeon – quattordici anni, segni particolari "superdotato" -, Morgane – otto anni, segni particolari "nessuno mi nota" – e Venise – cinque anni, segni particolari "adorabile" – rimasti orfani di madre e abbandonati dal padre – come Bart, del resto.

Ma Bart, inizialmente restio a prendersi la responsabilità di questi piccoli, determinati sconosciuti, riuscirà a resistere al loro bisogno di stare insieme, e insieme a lui, e a strapparli a una quinta sorellastra, che detesta?

Delicato, ironico romanzo ricco di spunti e personaggi credibili e coerenti, parla di separazione, morte, malattia con un tocco di sensibilità calibrato con la grazia necessaria a non scivolare mai nella sdolcinatezza. Quindi, "O Morlevent o morte!"

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...