The morning gift

Standard

Eva Ibbotson

Quando Quin Somerville, giovane ma già noto professore di paleontologia all'università di Londra, ritorna a Vienna dopo un'assenza di qualche anno, la città non è più la stessa: uomini con una  svastica sulla manica si aggirano per le belle strade, e la famiglia Berger, un tempo nota e rispettata per i beni terreni quanto per la brillante carriera accademica dei suoi componenti è scomparsa, scacciata dall'università e dal paese in cui da generazioni viveva, e di sui si considerava parte integrante. Fuggiti in Inghilterrra, tutti, eccetto Ruth, l'unica, preziosa figlia, ormai prigioniera in un paese che la vuole distruggere. E Quin ha l'unica scelta di sposarla per portarla fuori dal paese e riconsegnarla sana e salva ai genitori, che un tempo l'hanno ospitato con generosità – con l'onorevole intento, ovviamente, di far annullare il matrimonio segreto, e riconsegnarla così al legittimo fidanzato.
Inizia così una brillante commedia degli equivoci, in cui il sorriso si mischia alle lacrime, e all'indignazione per quello che è successo; e il destino dimostra, una volta di più, di vedere lontano.

Divertente e ironico, scritto con la grazia tipica dell'autrice, il romanzo soffre dall'essere stato letto dopo La contessa segreta; perchè la storia si ripropone negli elementi principali, e nei personaggi, interscambiabili di romanzo in romanzo. Comunque una lettura leggera, scritta con un garbo raro, e che induce a più di una riflessione su quel che l'Europa ha passato – e fatto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...