Gli incubi di Hazel

Standard

Leander Deeny


Hazel, la zia Eugenia, il cugino Isambard: un trio curioso riunito in una gigantesca, fatiscente villa per le tre settimane estive che la bambina paventa. Lontana dai genitori, rinchiusa con una ziia odiosa e odiatissima e un cugino pieno di buona volontà, ma oggettivamente un po'… strano. Come strani sono gli animali che circondano la casa: papere fumatrici, cani da guardia dalla testa di legno, porcelli siamesi uniti per una zampa; inquietanti quanto basta, anche se davvero più di un passo indietro rispetto a quello che si nasconde nei boschi intorno, pronto per essere scovato dalla ragazzina.

Deliziose illustrazioni arricchiscono una fiaba cupa e inquietante, in cui nessuno è quello che sembra, e tanto meno è animato da buone – o soltanto gentili… – intenzioni; e insieme, nessuno è veramente cattivo, nè animato da cattive intenzioni. Allora? La verità sta nel mezzo, e questo delizioso, piccolo romanzo aiuta a riflettere sulle persone, le azioni, e le motivazioni che spingono le une a compiere le altre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...