Standard

Jiro Taniguchi


Ammetto con vergogna che è il primo Taniguchi che leggo per intero, e mi stupisco di come una trama ridotta ai minimi termini possa portare in sè tanta delicatezza e poesia.

Un bambino e una bambina, nel Giappone del dopoguerra.

Una madre amorevole e malata, andata lontano per affrontare un’operazione che potrebbe costarle la vita.

Una piccola città, sovrastata da una montagna verdeggiante e incantevole, coronata da un antico castello e percorsa da tunnel che nessuno sa dove portino.

E uno spirito antico che veglia ssulla montagna, ma ha bisogno dell’aiuto di qualcuno che ancora sia puro di cuore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...