Bambini nel bosco

Standard

Beatrice Masini

 

Un disastro presumibilmente nucleare, un modo di adulti in cui bambini, pochi e per niente preziosi, non serbano ricordi né famiglie, e vengono raccolti tutti insieme in una struttura in cui vivono miserabili, afflitti, dimentichi, vittime e carnefici della violenza che viene dalla dimenticanza.

Finché, un giorno, Tom trova un oggetto prezioso e misterioso: carta e inchiostro, immagini e parole che portano lui e i membri del suo Grumo a tentare la fuga, a cercare di costruirsi un futuro diverso, guidati dalla narrazione che li unisce, e dalla memoria che le parole stimola. Seguiti da lontano dall’occhio attento di due sorveglianti, che altrettanto privi di speranza la cercano nella fuga dei ragazzi.

Per carità, scritto è ben scritto, i personaggi sono caratterizzati bene, l'ambientazione è abbastanza distopica, ma non mi è piaciuto quanto mi sarei aspettata, nonostante la cristallina scrittura della Masini. Sarà che ho già incontrato gli stessi temi macinati e rimacinati, sarà che non sono riuscita a empatizzare con nessuno dei personaggi, ma mi ha deluso molto. Peccato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...