Shiver

Standard

Maggie Stiefvater

Grace e Sam si conoscono da un’infinità di tempo: per sei anni si sono osservati, studiati, hanno cercato la reciproca compagnia, separati da un cortile innevato. Grace umana, Sam lupo, che mantiene di anno in ano il ricordo del profumo di lei, e l’irresistibile attrazione verso la ragazza che tanto tempo prima ha salvato, nella neve. Il caldo lo salva, il caldo gli dà una speranza, facendolo tornare umano: e permettendo a una lunghissima storia di sguardi di procedere, attraverso il contatto, la parola, e una tenerezza struggente, marcata dall’ombra della fine.
Delicata storia d'amore travestita da romanzo sui licantropi. Che per esserci ci sono, ma rappresentano la possibilità di paragonare due esistenze profondamente differenti, due modi di vivere e di appartenere a un gruppo, e la possibilità di incontrarsi grazie all'amore e all'accettazione.
Molto bello, leggero come un piuma, poetico come la neve che incombe, minaccia, avvolge nell’inverno apparentemente eterno del Minnesota.
Annunci

Una risposta »

  1. Pingback: The raven boys | La città dei libri sognanti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...