Beastly

Standard

Aggiungo il mio al post di Mony di qualche giorno fa: in realtà la colpa è tutta sua, dato che mi ha fatto saltare addosso la curiosità di leggere la trasposizione moderna di una delle mie fiabe preferite – e di uno dei film che mi scaldano il cuore.



 

 

"Tutto è iniziato con una strega.”
”E’ sempre così che inizia”
 
Kyle è bello e senz’anima:  crudele, cinico, superficiale, cresciuto nel culto dell’apparenza e del denaro da un padre che crede solo nell’apparenza e nel denaro, attraversa la vita scolastica dell’esclusiva scuola privata che frequenta calpestando coloro che non rispettano i suoi personalissimi canoni.
 
Kendra è una dark dai capelli verdi, le idee chiare e la lingua tagliente: affronta il bel Kyle e la sua cricca senza timore, e parlando con la voce della verità: la verità che si vede riflessa nello specchio che porta con sé.
 
Linda ama studiare e leggere: viene da una famiglia disgregata e degradata, da un quartiere miserabile, e cerca la vera bellezza delle cose.
 
E a un ballo, Kyle impara una cosa:  mai provocare una strega. Perché la strega potrebbe decidere di mosttarti come veramente sei, e non solo in uno specchio, ma a tutto il mondo: al mondo che non ti ama per quello che sei, ma per quello che appari – anche perchè dentro, Kyle, sei una Bestia.
Ma impara anche che un singolo gesto di gentilezza può salvarti la vita, e offrirti speranza, se rivolto a chi ha lo sguardo limpido di chi vede oltre le apparenze.
 
Trasportata ai giorni nostri, la Bella e la Bestia funziona sempre, e funziona bene: è molto bella la prima parte, con la descrizione del mondo vacuo in cui si muove il protagonista, avvertendone in parte la dissonanza, ma scegliendo di ignorarla; divertenti i rimandi alle varie versioni della fiaba (e le citazioni da Jane Eyre, compreso il cane Pilot!   ) ma è inutile: a me si spezza il cuore quando la Bestia ridiventa umana. Se fossi Bella, lo pianterei in asso, perchè di un principe sciacquetto non mi farei niente. 
Deliziose le chat fra trasformati e trasformandi: l'autrice è molto brava a riprodurre l'utilizzo di internet fra i giovani, e a trasportare le fiabe al giorno d'oggi. Devo cercare il romanzo ispirato alla Bella addormentata, mi ha incuriosito, e questo primo assaggio della sua scrittura mi ha lasciato… affamata.
Annunci

»

  1. E "Mirror mirror" di Maguire l'hai letto? Speriamo che pubblichino pure "Confession of a ugly stepsister".
    iri
    iriIoII ""

  2. Mirror mirror mi manca, ma di Maguire ho letto proprio Confessions of an ugly stepsister: la ricostruzione storica e lo svolgimento dell'idea sono davvero ottimi. 🙂
    Tintaglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...