L’Estate dei fantasmi

Standard

Saundra Mitchell

 

Forse il segreto dei miracolo era quello: aspettare il momento giusto per compierli.
 
Nell'afosa Louisiana post-Katrina, in un paesello abitato da "346 brave persone e 3 vecchi bacucchi" e in cui “non succede mai nulla”, Iris e Colette evocano senza volere un fantasma: il fantasma di Elijah, l’unico vero mistero di Ondine, “il caso del giovane Landry”, scomparso vent’anni prima dalla prorpia stanza e mai più ritrovato.
 
Ma lo evocano davvero? Solo Iris lo vede, solo Iris ne sente la voce; e Iris, a cavallo fra infanzia e adolscenza, sa benissimo che gli incantesimi e i rituali che fondano la sua amicizia con Colette – la bella Colette, che inizia a sorridere ai ragazzi e a truccare gli occhi – sono i fantastici residuati di un’infanzia flice che non vuole lasciar andare, anche nella misteriosa Louisiana.
 
L’estate dei fantasmi potrebbe essere un thriller; un horror; un ambiguo misto fra i due. 
Ma è in realtà un romanzo di formazione e un romanzo di sentimenti: la storia di un’amicizia traghettata verso l’età adulta rispecchiata in un’amicizia antica e fedele; l’irrompere dell’amore e della tentazione; il crollo della fiducia in chi si ama, il bisogno di giustizia anche per chi non si è conosciuto, la scoperta di un sé stesso in evoluzione, e del fatto che, attraversato il confine che marca l’età adulta, niente sarà più come prima.
 
Il tutto raccontato da una ragazzina ingenua che cresce, cresce, cresce, marcando il racconto e la scoperta di sé stessa e degli altri (non succede mai niente a Ondine, ma tutti hanno segreti. Tutti) con la voce addolorata di chi vede il proprio mondo frammentarsi e ricomporsi, e capisce di doverlo accettare.
 
Spero ardentemente che Saudra Mitchell scriva altro; è finita la mia immersione nell’afa di Ondine, ma mi piacerebbe infinitamente visitare con lei altri luoghi attraverso gli occhi realistici dei suoi personaggi.
 
Annunci

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...