A company of swans

Standard

Eva Ibbotson
 

A me del balletto importa meno di zero, le ambientazioni tropicali non mi piacciono.
 
Detto questo, ho letteralmente adorato A company of swans: una ragazza inglese, oppressa da una famiglia rigida e senza amore, che si unisce a una compagnia di balletto in viaggio verso l’Amazzonia. Ad aspettarla sotto il sole dei tropici, fra un pliè (?) e una giravolta (sono sicura che ce ne sono nel balletto!) il vero amore.
 
E’ inutile, Eva Ibbotson vantava uno stile talmente squisito che trasforma ogni romanzo in una crociera di puro piacere; inoltre, volete mettere una liason fuori dal matrimonio con un noto seduttore da parte della candida protagonista, che gli si offre in tutta coscienza del fatto che sarà “una donna rovinata”? O.O  Ero estasiata!
 
Adesso l’unico dispiacere è che mi rimane solo A song for summer da leggere, e che la morte dell’autrice mi ha privato della possibilità di godere di storie nuove; mi rimane, però, un piccolo scrigno di tesori cui attingere quando desidero un sorriso e un’avventura.

Annunci

»

  1. Pingback: A song for summer | La città dei libri sognanti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...