Le emozioni difettose

Standard

Laurie Halse Anderson

 

La notte è il tempo di Kate: la notte che la accoglie mentre corre, che vede la sua insonnia scaricarsi nelle pulizie, nelle lavatrici, davanti ai vecchi film di fantascienza, e sulle strade solitarie che percorre un passo dietro l’altro, di corsa, finchè i tendini piangono e il petto duole.
Un passo dopo l’altro, nel tentativo di lasciarsi alle spalle la morte inutile e sciocca della madre (“passioni: i frattali e il ricamo”), morta di polmonite; la fede del padre, benintenzionato pastore protestante; la lettera d’ammissione al MIT che tarda ad arrivare…
Un passo dopo l’altro nel tentativo di lasciarsi alle spalle la realtà di una vita che non la rende felice, nonostante gli amici, la famiglia, l’amore sincero per la scienza, un amico/nemico/sogno erotico che le vuole bene e a cui voglia bene.
Nonostante tutto, Kate corre.
 
Finchè l’incendio della casa dei vicini e la necessità di confrontarsi con una vita completamente diversa dalla sua, con problemi lontanto e tengenti, con la solidarietà, l'egoismo, la morte la costringono a fermarsi.
E a respirare.
 
Un romanzo di rara intensità, che nella complessa, vivissima psicologia di Kate e di tutti i comprimari (Teri, Mickey, Toby, Mitch) rispecchia un mondo intero costruito di dolori, speranze, illusioni, un modno ben lontano dalla chimica che Kate ama, e che con tocco di genio scandisce tutti i capitoli della storia, specchio immutabile di un’interiorità in continuo mutamento.
 
Con Melinda Qualcosa (“una mezza celebrità da queste parti”)  come guest star, cosa che mi ha fatto sorridere di vero piacere.
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...