L’approdo

Standard

Shaun Tan

Alle volte si legge un capolavoro. Alle volte questo capolavoro è talmente perfetto in sé da non aver bisogno di parole: è il caso di questo splendido, commovente romanzo, che solo nella perfezione delle illustrazioni che lo compongono racconta una storia di esilio e speranza che è la storia di esilio, emigrazione, speranza di tutti quelli che hanno abbandonato il loro Paese alla ricerca di una vita migliore.
E infatti il Paese in cui il silenzioso emigrante arriva, con solo il ricordo della moglie lontana e della sua bambina a scaldargli il cuore, è un Paese che tutti accoglie, un Paese di immigrati, ma almeno esteticamente distante da ogni luogo reale: una città di aliena, stravagante bellezza, popolata da animali affettuosi e dalle storie di solitudine e speranza di chi, arrivato prima di lui, è diventato parte fondante, linfa vitale di una nazione nuova.

 

 

Hanno conferito due volte a Shaun Tan il World Fantasy Award come illustratore: ma “leggendo” L’approdo sembra ancora poco, se si mettono sulla bilancia il talento artistico e l’incredibile capacità di convogliare emozioni con una semplice espressione, e di richiamare alla mente immagini, storie, foto, luoghi impresse nella nostra memoria, e sublimate in un racconto simbolico e collettivo.

Annunci

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...