Gilt

Standard

Katherine Longshore

L’ascesa e la caduta di Catherine Howard, quinta moglie di Enrivo VIII, vista dagli occhi di Kitty, sua migliore amica, sua ombra, sua dama di compagnia. Testimone fin dall’infanzia dei maneggi di Cat, ambiziosa, manipolatrice, e discretamente scervellata (ok, questa è la mia opinione!) ma soggiogata dalla forza di volontà e dal carisma dell’amica, la vede prima entrare a corte, poi nel letto del re, e infine stancarsi di un marito con trentacinque anni di più e una gamba malata e degli intrighi che avvolgono il mondo dorato su cui brevemente, incoscientemente, ha voluto regnare.
“Gilt” è la doratura, la placcatura scintillante che avvolge all’inizio il mondo di corte e Cat stessa, e che lentamente viene via, a scaglie, per mostrare agli occhi di Kitty, sempre più smaliziata, sempre meno innocente, quel che sta sotto: l’ipocrisia e la crudeltà dei maneggi politici; l’inaffidabilità degli uomini; l’egocentrismo e l’indifferenza di Cat a qualsiasi cosa non sia il suo interesse o il suo benessere – anche se corre il rischio di portare sè stessa e tutti coloro che le sono vicini sul patibolo.
E’ anche la storia della presa di coscienza e della liberazione di Kitty, del suo passaggio da ombra di Cat a persona “reale”, cosciente dei propri desideri e delle proprie emozioni, desiderosa di quella libertà e indipendenza che alle donne, condannate a servire prima la famiglia poi il marito scelto dalla famiglia, è negato.
Anche se, all’orizzonte, si profila il regno di Elisabetta I.
La ricostruzione è abbastanza precisa, e indagati accuratamente sono i moti dell’animo di Kitty e le dinamiche della corte, ma non mi ha entusiasmato: c’è anche da dire che, dopo il precedente di The wicked and the just, per un altro romanzo storico è difficile reggere il confronto.

Consigliato, comunque, per una lettura leggere e interessante insieme, soprattutto dopo aver visto I Tudors: giusto per orientarsi al meglio nella marea di personaggi storici che si affacciano dalle pagine di questo dettagliatissimo romanzo.

_________

Ringrazio caldamente l’editore per avermi messo a disposizione una copia digitale per la recensione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...