Pride and prejudice

Standard

Jack & Holman Wang

E’ possibile raccontare un grande, grandissimo classico in dodici parole e scene chiave?
Fino a ieri avrei detto di no, poi grazie a Netgalley mi son capitati sul monitor i primi volumetti di questa serie, ed è stato prima stupore, poi delizia, poi sincero amore.

Friends. Sisters. Dance. Mean. Sick. Muddy. Yes?. No!. Write. Read. Walk. Marry.

Mi direte: solo chi conosce bene il romanzo può ricostruire la storia grazie a queste briciole di pane – ed è vero; ma la vera meraviglia è il percorso tracciato attraverso un classico che si ama, per raccontarlo a un bambino che amiamo, grazie anche a adorabili illustrazioni realizzate con bambole di feltro. E la piccola Elizabeth infangata è PERFETTA!

Assolutamente imperdibile; e speriamo che qualche editore italiano sia così illuminato da riprendere l’iniziativa.

Annunci

»

  1. Io ne sono rimasta ENTUSIASTA. In arrivo la recensione di Moby Dick, e per l’anno prossimo pubblicheranno I miserabili e Guerra e pace (!).
    @Georgiana: devi vedere com’è realizzata bene la scena del rifiuto! adorabile!

  2. Bellissimo! Tra l’altro, la Janeite bambina che è in me pensa a quanto sarebbe bello possedere queste bambole di feltro con tutto il loro corredo per ricreare l’intera narrazione…

  3. Pingback: War and peace & Les Miserables | La città dei libri sognanti

  4. Pingback: Nel sacco di Babbo Natale | La città dei libri sognanti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...