Una bottiglia nel mare di Gaza

Standard

Valerie Zenatti

Meraviglioso romanzo breve di Valerie Zenatti (una scrittrice che terrò d’occhio) che lancia, insieme alla sua protagonista Tal, una bottiglia di speranza e pace. Abbandonando una lettera sulla Striscia di Gaza Tal, intelligente diciassettenne ebrea che vive a Gerusalemme, spera di costruire un ponte che la porti a conoscere e capire una ragazza palestinese: perchè se loro due potessero comunicare, e diventare amiche oltre gli attentati, le incursioni dell’esercito, la paura da una parte e dall’altra, ci sarebbe una speranza per i loro Paesi. Ha bisogno di aggrapparsi a questo, tal: alla speranza di un futuro di verso, di pace, di comprensione, che metta fine alla quotidianità della paura da una parte e dall’altra.

A risponderle, e in toni ben poco amichevoli, è però un ragazzo, Gazaman: e inizia così una corrispondenza via email sempre più profonda e sofferta da entrambe le parti, specchio però di una possibilità di speranza per gli uomini e le donne di buona volontà da entrambe le parti.

Meraviglioso, ho detto e confermo.

Annunci

»

    • Credimi, l’ho letto per caso: è stata una bella, bellissima sorpresa.
      Poi, che quella settimana mi sia sciroppata anche deportazioni in Siberia e invasione nazista della Danimarca e ne sia uscita devastata non conta. XD

  1. Confermo anche io, l’ho letto per caso e l’ho trovato molto ben fatto – nonostante le deportazioni siberiane e i nazisti danesi non mi avessero devastato XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...