Chanel non fa scarpette di cristallo

Standard

Barbara Fiorio

Beatrice, Penelope, Maddalena: tre donne intelligenti, moderne, attive che si barcamenano tra lavoro, amiche e relazioni più o meno di successo. Potrebbero essere una qualunque di noi, in cerca del proprio lieto fine: se non che, per loro, il “lieto fine” è qualcosa di molto concreto, e che potrebbe letteralmente cambiare loro la vita. Renderle interamente umane, per dirne una. Togliere loro il ricordo delle fiabe da cui provengono, per dirne un’altra. Perché noi conosciamo Beatrice, Penelope, Maddalena e molti dei loro amici da tutta la vita, sotto altro nome e sotto altri abiti: e forse proprio per questo partecipiamo delle loro gioie, dei loro timori, dei loro dolori, e speriamo che un principe azzurro, anche se senza cavallo, le riconosca per quello che sono.

Una fiaba divertente e ironica, ambientata fra i vicoli e i carrugi di Genova; lo spirito di Barbara Fiorio (ve la ricordate? Era la simpatica autrice che distribuiva marzapane avvelenato!) si fa sentire, anche se stilisticamente si sarebbe potuto limare di più.

È comunque un ottimo antidoto alla noia, e una lettura che ispira a vedere storie antiche con occhi nuovi.

 

Annunci

»

  1. Per me è un libro riuscitissimo.
    Barbara è bravissima e questo nuovo rapporto con Mondadori, sono certo, regalerà grandi soddisfazioni ai lettori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...