Some quiet place

Standard

Kelsey Sutton

Premetto che avevo grandi aspettative per questo libro, e che per i primi capitoli sono state rispettate: l’idea di una ragazza emotivamente mutila, incapace di provare sentimenti, che se li vede comparire davanti in forma fisica mi piaceva moltissimo.
Ho trovato estremamente realistica la vita di tutti ii giorni di Elizabeth, la scuola e il lavoro nella fattoria di famiglia, e purtroppo anche le dinamiche innescate dalla violenza del padre su di lei e sulla madre.
Dopodichè, il velo dell’illusione si è sollevato, e mi son trovata per le mani un classico paranormal romance con tutti i cliche del genere, a partire dagli incubi che infestano le notti della protagonista per finire con il mai-troppo-deprecato triangolo amoroso. E mi sono annoiata a morte, anche perchè mi aspettavo, in realtà, un contemporary, e che le rappresentazioni delle emozioni e delle altre entità non fossero <i>reali</i>, ma il prodotto di una mente frantumata, e che il romanzo illustrasse come questo era successo e come la protagonista cercava di rimettersi in sesto.

Insomma, mi aspettavo un romanzo sul disagio mentale, e mi son trovata davanti il bad boy fascinoso e con i superpoteri e il ragazzo rassicurante della porta accanto. =.=

Ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...