Etiquette&espionage

Standard

 

Gail Carriger

Aspettavo con impazienza di essere ammessa alla Mademoiselle Geraldine’s Finishing Academy for Young Ladies of Quality, e posso solo dichiararmene soddisfatta: la mia riverenza è adesso impeccabile, anche se devo ancora lavorare su quadriglia, antidoti per veleni e tecniche di seduzione. D’altronde, non si diventa né vere signore né spie professioniste da un giorno al’altro, e l’Accademia è aperta per aiutare.

Deliri a parte, Etiquette&espionage mi ha divertito molto, anche se meno rispetto a Soulless, l’unico altro romanzo dell’autrice che abbia letto (unico per mancanza di tempo, non di interesse: lo avevo adorato!): sopratutto perchè avevo apprezzato moltissimo (da brava giocatrice di Vampiri) l’interessante costruzione della società vampirica e dei licantropi, che qui è solo accennata.
Il mondo mi piace tantissimo, e lo trovo credibile e ben congegnato; ma mi sarebbe piaciuto vedere le ragazze anche in società, e esplorare le città – per quanto la scuola sia di una figaggine tale che mi ci iscriverei domani! OO Voglio dire, non adoravo così una scuola dai tempi di Hogwarts – e lapidatemi con boccette di profumo, preferirei iscrivermi all’Accademia che alla scuola di magia!
Nonostante la sensazione diffusa (e condivisa nel Gruppo di Lettura) di un grande e grosso capitolo introduttivo, trovo che l’autrice abbia fatto un discreto lavoro nell’introdurre le altre studentesse, sebbene alla fin fine Monique, la’ntagonista, risulti un colossale stereotipo, e Preshea non si capisca che cosa ci stia a fare (numero? Così ne abbiamo sei? mah…)
Ho un certo timore, inoltre: ossia che si profili all’orizzonte un deprecabile (non ci posso far nulla, mi causano orticaria… ==) trangolo amoroso, da sviluppar enei prossimi romanzi, quando l’intelligente Sophronia sarà inoltre più in età (e autorizzata a scatenare le sue abilità seduttive ^^)

Adoro il fatto che le ragazze prestino continua attenzione al loro decoro: combattono ma facendo attenzione a non mostrare le caviglie, spiano ma con garbo, civettano con un pugnale in tasca: e ho iniziato a esercitarmi nello svenimento tattico e nello sbatter di ciglia. XD
Ieri ho tentato di estorcere uno spoiler a mio marito approfittando della stanchezza, e facendogli gli occhi da totano (come li definisce lui): è che il maledetto mi conosce troppo, ma c’ero quasi riuscita. Mi son sentita molo in gamba. XD

In sostanza, lettura piacevolissima, anche se migliorabile (soprattutto il finale è stato un poco affrettato); aspetto impaziente il secondo capitolo della saga per vedere se le premesse verranno mantenute, e se l’autrice metterà in tavola un banchetto più sostanzioso. J

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...