Daddy Long-legs

Standard

Jean Webster

C’è un motivo per cui i classici sono classici: ed è che il tempo, solitamente, riconosce i suoi e manda a spigolare la letteratura che non ha niente da dire alle generazioni successive.

Quando invece un romanzo è intelligente, ironico, spiritoso, con una protagonista piena di personalità e buon senso che cresce e si evolve nel corso della narrazione, uno stile divertente e curato, idee innovative (per il tempo) cosa succede?

Che ne traggono un cartone animato dalla protagonista insopportabile, e io mi trovo a leggerlo per caso (e grazie alle recensioni entusiaste di Saretta e Chagall, fra gli altri) alla tenera età di trentatré anni, bestemmiando in turco i nipponici che l’hanno avvolta nel pregiudizio impedendole di scoprire prima Jean Webster e i sui intelligenti, ricchissimi romanzi.

Che dire di più? Che se la storia è ben nota (un’orfana di talento riceve la possibilità di frequentare il college da parte di un misterioso benefattore, con l’unico obbligo di scrivergli una volta al mese) la resa è piena di spirito e completamente priva, da una parte, di sdolcinatezza, dall’altra invece profondamente innovativa (stiamo parlando dei primi anni del Novecento): a tradimento nelle lettere di Judy fanno capolino i temi dell’uguaglianza fra uomini e donne (ma si rivendica una frivolezza femminile che non intacca la resa intellettuale), il diritto (al tempo negato) al voto per la popolazione femminile, il dovere di costruirsi il proprio futuro, contrariamente a una rassegnazione religiosa che impedisce l’azione e il miglioramento, e un rapporto con Dio e la religione che poso ha di bigotto o vecchio stampo: una ventata di freschezza e buon senso anche a distanza di più di un secolo, e scritta meravigliosamente, per di più. ^^

Quindi, fatevi un regalo: estirpatevi dal cervello il ricordo dell’odiosissima Judy dell’anime, e prendete in mano questo  incantevole romanzo. J

Annunci

»

  1. già fatto! Letto tutto d’un fiato e per di più in lingua originale ( e dire che solitamente sono pigra: preferisco leggere in italiano, avere la “pappa pronta”).
    Concordo con quello che hai detto: la VERA Jude è un mito!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...