Sheltered

Standard

Ed Brisson & John Christmas

Un inizio fulminante nei boschi, seguito da un’atmosfera di minaccia incombente e claustrofobica; personaggi e dinamiche di gruppo tratteggiati con un’abilità notevole in pochi tratti, sia nella scrittura che nelle crude, intese tavole, perfettamente adeguate a una storia violenta non solo nello svolgimento, quanto nello spirito da fine fine del mondo, con un pizzico di Signore delle mosche.

Perché, davvero, i ragazzi sono tutto meno che innocenti.
Notevole inoltre Lucas, il protagonista (o l’antagonista? Questa è la domanda…): lucidissimo folle, manipolatore e spietato, giganteggia come un lupo in un branco di chihuahua: pochi vedono oltre l’implacabile facciata, pochi dubitano di lui, meno ancora gli si oppongono; eccetto due ragazze, legate dall’affetto, che ancora distinguono l’orrore.

Appassionante e d’effetto; non vedo l’ora di leggere il secondo volume.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria alla stesura di questa recensione. 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...