100 bullets: Brother Lono

Standard

Brian Azzarello&Eduardo Risso

100 Bullets è una magnifica, complessa, violentissima serie noir chiusa ormai qualche anno fa – che mi son ben guardata dal recensire o consigliare in questi lidi perché, decisamente, non per ragazzi, nonostante la qualità di trama, dialoghi e personaggi.

E ammetto di aver pensato diversi giorni all’opportunità o meno di recensire in questi lidi la graphic novel incentrata su Lono, uno dei personaggi di maggior spicco della serie, proprio a causa della violenza rappresentata.

Ma.

Ma è un volume bellissimo, e perfettamente (forse anche di più per un certo verso, se non si sa esattamente chi era Lono e cosa ha fatto in passato) godibile anche senza aver letto la serie regolare; e al di sotto della violenza e dell’atmosfera noir tratta di temi importanti: il cambiamento, il perdono, l’auto perdono, il senso di colpa, la necessità o meno di venire a patti con sé stessi.

Una trama compiuta e solida, testi splendidi e le sempre adattissime tavole di Risso (con una menzione d’onore alle spettacolari copertine) rafforzano solo la mia decisione, ossia di consigliarlo caldamente – anche se non ai puri di cuore, o ai deboli di stomaco.

Ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione.

Annunci

»

    • La serie principale è notevolissima.
      Purtroppo affretta il finale, ma ha una serie di personaggi e situazioni estremamente duri, ma appassionanti.
      Anche se in certi punti è una vera sfida linguistica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...