Fairest: The hidden kingdom

Standard

…l’ho adorato.

Come detto qualche settimana fa, temevo la lettura del secondo volume di Fairest; se da una parte mi attirava l’idea di vedere Rapunzel all’opera, sopratutto visto che riguarda la versione originale (e meno nota) della fiaba, ovvero quella in cui la principessa partorisce due gemelli dopo esser stata cacciata dalla torre, dall’altra temevo il fatto che non fosse Willingham a scriverla.

Bene, mi sbagliavo.

La storia è solida e appassionante, con connotati horror veramente ottimi; e l’ambientazione fra i mostri giapponesi è magnifica, oltre che resa splendidamente da tavole meravigliose, ricche ed evocative: sia il Giappone fantastico che quello contemporaneo sono resi con precisione e raffinatezza, e non mancano i riferimenti (per una volta assolutamente corretti, aggiungerei) alla cultura e alle abitudini del paese.

Delicata e intelligente la vicenda omosessuale, trattata con naturalezza, senza l’intento di dare scandalo né di far polemica (o fan service); e Rapunzel finalmente ha lo spazio che nella serie regolare le è sempre stao negato.

Bellissimo.

Annunci

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...