Coffin Hill: Forest of the night

Standard

Caitlin Kittredge & Inaki Miranda

Stregoneria? Boschi infestati? Un’antica famiglia del New England devota al Male? Le tavole di Inaki Miranda?

Ok, io ci sono.

Anche perché amo un buon horror di tanto in tanto, e The hidden kingdom aveva dimostrato come Miranda fosse non solo un illustratore raffinato, ma anche perfettamente in grado di rendere graficamente la narrazione più inquietante e disturbante.

Un peccato che le ottime premesse di questa serie siano state tradite da un plot non solo di scarsissima originalità, ma sceneggiato in maniera confusionaria e scadente, e da un approfondimento di personaggi e situazioni, sia soprannaturali che non, non pervenuto.

anche le tavole di Inaki Miranda si sono in parte rivelate una delusione: meno curate, dettagliate e d’effetto del lavoro fatto per Fairest – o forse la delusione per la trama ha influenzato il mio giudizio finale anche sulle illustrazioni.

Il volume che raccoglie il primo arco narrativo di Coffin Hill, Forest of the night, uscirà dopodomani in America, ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...