Alive

Standard

Hajime Taguchi

Crescita, prostituzione, abuso, tentazioni di suicidio, l’oppressione della vita moderna: tutti temi che si affacciano nei brevissimi racconti di questa raccolta, frammenti spesso sconfortanti, inevitabilmente malinconici di una società estraniante.
Le tavole sono semplici, quasi modeste nella loro pulizia, nella mancanza di qualsiasi ricercatezza grafica; le sceneggiature strane, minimali, al volte intriganti nelle soluzioni.
Nel complesso una raccolta interessante, anche se lascia poco il segno.

Ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...