Tabatha

Standard

Neil Gibson & Caspar Wijngaard

Un gruppo di ladruncoli improvvisati; una villetta imbottita di strani oggetti – e con una padrona di casa, Tabatha, che non è decisamente quello che ci si potrebbe aspettare; qualche litro di sangue e diversi arti mozzati; una messe di citazioni da cogliere.

Sono gli ingredienti base di questa  ottima miniserie horror, disturbante e inquietante al punto giusto: Tabatha non è adatta agli stomaci delicati; ma chi è a caccia di emozioni, sebbene declinate in un contesto classico (e ricco di omaggi alla cultura nerd degli anni ’80 e ’90) e non eccezionalmente originali, si regalerà qualche ora di divertimento – e la scoperta di una coppia di artisti quantomeno promettenti.

Tabatha è uscito ieri in America; ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria alla stesura di questa recensione. ^^

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...