A song for summer

Standard

Eva Ibbotson

Con dolore mi sono dedicata all’ultimo romanzo per giovani adulti che mi rimanesse di Eva Ibbotson; con dolore perché so che non ce ne saranno altri, e che se vorrò godermi la scrittura deliziosa dell’autrice, i personaggi stravaganti e credibili insieme, e i paesaggi incantevoli che sa descrivere con tanta accuratezza dovrò limitarmi a rileggere.

Con piacere perché questo, insieme a A company of swans, è probabilmente il migliore della cinquina: rompe infatti in alcuni punti lo schema che trovavo così evidente nei tre precedenti, e riserva un paio di colpi di scena abili e intriganti insieme; certo, tutto è bene quel che finisce bene, ma è notevole come l’azione riesca a dipanarsi nel tempo e nello spazio con assoluta coerenza, e come la Storia faccia irruzione nella vita dei personaggi con un’efficacia e una brutalità insieme che erano assenti negli altri romanzi.

Ho apprezzato inoltre il personaggio di Ellen, la protagonista: per una volta non completamente lontana dal mondo come le precedenti, non spersa nell’Empireo delle sue fantasticherie, ma immersa fino ai gomiti nel lavoro domestico, e dedita all’accudimento di chi le capitasse sottomano. Con coerenza, con intelligenza, con ironia.

Ottimi, al solito, i secondari, con menzione d’onore per il preside della scuola e la modesta, sensibile segretaria, protagonisti di un amore sincero e ricco di discreta tenerezza; e meravigliosa la descrizione dell’Austria: mi sembrava di respirarla, la cristallina aria di montagna della scuola, e di vedere la contrapposizione con le nebbie di Londra.

Mrs Ibbotson, chapeu. E grazie.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...