End of days

Standard

Susan Ee

Susan Ee ha scritto una serie che, contro ogni aspettativa, mi ha tenuta incollata alle pagine dei primi due volumi; ritmo incalzante, buone scene sia d’azione che horror, personaggi che mi piacevano e poco romanticismo sono gli ingredienti di una ricetta che mi ha fatto passare più di uno spensierato pomeriggio di relax e divertimento.

End of days, l’ultimo volume della trilogia, è da una parte una conferma, dall’altra una delusione: il ritmo si mantiene sostenuto, ma tra il fatto che l’ormone prende il via e diventa centrale e una chiusura che ho trovato poco soddisfacente non l’ho trovato godibile come gli altri.

Inizio a pensare che l’abitudine di ricavare trilogie – quasi un obbligo, sembra – non possa che essere nocivo: ridotta a due volumi, la storia di Penryn sarebbe stata ancora più godibile nel complesso,e  avrebbe forse evitato una chiusura non all’altezza dei divertenti, piacevolissimi episodi precedenti – anche se, mi direte, il carico di romanticume (e l’ammirazione per splendidi addominali/spalle/altri muscoli assortiti del corpo perfetto di Raffe…) si sarebbe fatto più pesante da prima.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...