Dreams of distant shores

Standard

26196475

Patricia McKillip

Nella Londra vittoriana, un pittore trova la sua Musa in una Gorgone che parla e in una ragazza che si è mutata in pietra, avendo visto troppo; in una cittadina sul mare una sirena di legno prende vita; un gruppo di streghe rock  affronta un nemico imprevisto; due amici si inoltrano in una strada inesplorata, e trovano l’imprevisto.

Altra magistrale raccolta di racconti di Patricia McKillip, in cui ritrovo i pregi (stupende immagini, scrittura luminosa e ricca, profonda originalità) e i difetti (spesso debolezza o inesistenza di trama, ellitticità che rende difficile la comprensione) delle altre sue opere che ho letto; una lettura comunque suggestiva e affascinante, originalissima, anche per il brevissimo saggio su come scrive High Fantasy in finale di volume.

Ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione. ^^

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...