Dietro la maschera

Standard

10841015

Louisa May Alcott

Molti ignorano che l’apparentemente candida autrice di Piccole donne ha iniziato (e continuato, dopo il successo del suo romanzo più famoso) proprio come Jo, scrivendo truci storie di inganni e vendette, avvelenamenti  e fantasmi, seduzioni e crudeltà, pubblicate sotto falso nome e fortunosamente rintracciate di recente da due studiosi americani.

A me queste storie, con la loro truculenta ingenuità, i personaggi talvolta sbozzati, i colpi di scena da feuilleton, piacciono da impazzire: mi diverto tantissimo a ritrovare le radici del romanzo gotico, e la goffaggine dell’esecuzione non mi impedisce di godermi appieno le vicende, confrontandole con la produzione più conosciuta dell’autrice.

Anche Dietro la maschera ricade in questo filone: l’arrivo di una (apparentemente) giovane donna, fragile e ingenua, in una lussuosa casa di campagna porta sconvolgimenti e rancori fra i familiari, che si trovano tutti a dipendere da lei – senza intuire nulla dei suoi veri intenti.

Una chicca da recuperare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...