Archivi categoria: A(dvanced)R(reading)Copy

My sister Rosa

Standard

26465507

Justine Larbalestier

E se la persona più pericolosa che conosci fosse la tua sorellina di dieci anni?

La tua amabile, intelligentissima, calcolatrice, manipolatrice, affascinante sorellina di dieci anni?

Quella che solo con te si confida; che solo a te chiede consigli su come sembrare davvero umana. Normale.

Che studia quando sorridere e quando ridere; che considera le persone utili.

Che non capisce i concetti di “Bene” e “Male”, o di “amore”.

Che adora che piacere, ma a cui non piace nessuno.

Che ama più di tutti il potere sugli altri.

Che è un veleno lento e insidioso.

E che tu, a diciassette anni, lotti per tenere sotto controllo. Da solo, perché nessuno crederebbe che che Rosa sia pericolosa.

in fondo non ha ucciso nessuno.

Ancora.

Un ottimo thriller che costruisce bene personaggi e caratteri, anche se avrei volentieri fatto a meno di pagine e pagine di sms fra amicicci, pagine e pagine di allenamenti di boxe, e pagine e pagine di perfetto instalove adolescenziale con la ragazza perfetta.
Ah, e anche di qualche discussione su religione, cultura e diversità – non che non sia sensibile ai temi, ma per le prediche vado in chiesa.

Annunci

Murena

Standard

33290512

Jean Dufaux

In una Roma soffocata da scandali e intrighi, il giovane Lucio Murena si trova a dover difendere sé stesso e l’amata madre dalla più pericolosa delle nemiche: Agrippina, che dopo aver fatto qualsiasi cosa per arrivare al trovo e assicurare la successione al figlio Nerone, non è certo disposta a cedere il vantaggio conquistato.

Anche se fra lei e il suoi progetti si dovessero frapporre l’imperatore Claudio e il suo amato figlio Britannico.

Una ricostruzione sanguinosa e veritiera della Roma imperiale, che se pecca un poco nella scrittura evoca con efficacia quei tempi di lussuria e intrighi con tavole magnifiche.

E ci mette il dubbio che, a distanza di duemila anni, ben poco sia cambiato.

Ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione.

No time to spare

Standard

33503495

Ursula K. Le Guin

Superata la boa degli ottant’anni, Ursula K. Le Guin – eccezionale scrittrice di fantasy, fantascienza, saggistica e, infine, un glorioso romanzo storico, Lavinia – ha scoperto i blog.

E ha deciso di esplorarne le potenzialità, affidando a questo pubblico diario riflessioni su tutto quello che importa: l’età, la letteratura, l’ambiente, le relazioni fra i sessi, il suo gatto.

Questa è una raccolta dei post più significativi: uno zibaldone di riflessioni lucidissime e ironiche, presentate con lo stile limpido che da sempre caratterizza la scrittrice, e che renderebbero un piacere leggere anche le sue liste della spesa.

Da centellinare e gustare, quando si ha voglia di riflettere, ma con il sorriso sulle labbra.

Ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione. 🙂

Monet

Standard

34624239

Salva Rubio

Ninfee e papaveri: anche chi non sa niente di arte (o chi non ama gli Impressionisti, come il Maritozzo) ha davanti agli occhi Il campo di papaveri o lo stagno ricoperto di ninfee, dall’acqua sempre cangiante, che ha occupato gli ultimi anni della lunga, travagliata, produttiva esistenza di Monet.

E proprio partendo dalla sua vecchiaia l’autore ripercorre questa esistenza: la passione folle per la pittura, la vita familiare complicata, la povertà, la brama di riformare un modo di dipingere ormai stantio, di creare una nuova via: la via della luce.

E gli amici, i nemici, i colleghi, che si avvicendano sullo sfondo di una Parigi, di una Francia ricca di talenti quanto la Firenze del ‘400, la Roma del ‘500, l’Atene di Pericle, attizzando il fuoco di una fucina di idee che cambierà il mondo dell’arte.

Sostenuto da tavole bellissime, che riprendono con sottigliezza e intelligenza dipinti di Monet e di altri, questa graphic novel porta alla scoperta dell’uomo oltre il pittore: un uomo che non si è sempre comportato al meglio (sopratutto con quella santa donna della prima moglie), ma che ha creduto profondamente nella sua arte, e non si è lasciato distogliere dal suo sogno.

Ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione. 🙂

Killer fashion

Standard

34536954

Jennifer Wright

Brevi quadri che, in maniera vivace e con l’aiuto di illustrazioni ironiche e originali, illustrano alcuni dei terrificanti pericoli (e più che pericoli, spesso: veri e propri danni) della moda attraverso i secoli.

Letale a volte per chi la produceva, a volte per chi la indossava, a volte per chi, innocente, passava accanto a damigelle e signori alla moda.

Purtroppo per chi come me ha letto il dettagliatissimo (e inquietantissimo!) Fashion victims di Alison Matthews Davies questo volumetto, superficiale e poco approfondito, ha ben poco interesse, se non per le originali illustrazioni.

Ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione. ^^

Dogs of war

Standard

35827220

Adrian Tchaikovsky

Rex è un Bravo Cane. Rex ama gli umani. Vuole solo far felice il Padrone. E uccidere i nemici, certo. Perché è quello che fa un Bravo Cane.

Ma cosa succede quando una creatura geneticamente modificata per essere una macchina da guerra, e utilizzata per crimini di guerra, acquista una coscienza?

Un viaggio nel libero arbitrio e nelle infinite forme che l’intelligenza – e la vita stessa – possono prendere.

Sorprendente e sorprendentemente profondo.

Ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione, e spero davvero che Rex, Honey, Bee e tutti i loro fratelli arrivino presto in Italia.

In pace, naturalmente. 😉

The wild storm vol. 1

Standard

34690732

Warren Ellis

Questo il parere del Maritozzo sull’ultima fatica di Warren Ellis. ^^

Sono un lettore appassionato di Warren Ellis, su cui però negli anni mi sono formato questa opinione: aldilà dell’indubbia professionalità, è uno scrittore che ha moltissimo da dire su alcune tematiche (in primis il futurismo nelle sue più varie declinazioni), ma che risulta poco flessibile quando non gioca sul suo terreno.

In questo caso, è l’operazione in sé a essere inevitabilmente rischiosa: affrontare in maniera aggiornata e credibile un universo narrativo che porta addosso l’odore incancellabile degli anni ’90. E questo, per i lettori di comics della mia generazione, è tutto meno che positivo: gli anni ’90 sono stati sì l’epoca della liberazione degli autori verso le clausole vessatorie delle case editrici maggiori, ma anche quelle in cui si è barattata la credibilità delle storie e lo sviluppo dei personaggi con tanta violenza ipercinetica, fucili mitragliatori più grossi di Terminator, capigliature improbabili e, non scordiamocelo, tasche-tasche-tasche-tantissime-inutili-tasche! (Ogni riferimento a Liefeld è naturalmente casuale…).

Ma torniamo a noi. Warren Ellis sa scrivere? Cacchio, sì, molto bene. Ha le idee chiare su cosa vuole raccontare? Check anche su questa casella, e anzi le appendici mettono bene in chiaro che la sceneggiatura è stata preceduta da un buon lavoro di riflessione sugli elementi-chiavi dell’universo narrativo da ri-raccontare. E allora cos’è che francamente non mi ha convinto? Mah, forse il fatto che da un lato si basi su presupposti inesorabilmente fragili, dall’altro che la trama si caratterizzi fin dall’inizio come un preludio a The Authority. E non perché Warren Ellis voglia essere auto-celebrativo, ma proprio perché The Authority era in un certo senso l’unico modo di redimere quel genere di personaggi e situazioni.

L’aspetto grafico è invece di primissima qualità ed è evidente la sintonia sceneggiatore/disegnatore, soprattutto nell’ottica del tecnofoticismo.

Ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione. ^^

Nick the Knight, Dragon Slayer

Standard

91tacegve2l

Aron Dijkstra

Nick ha deciso: è ora di sconfiggere un drago! E chi meglio del terribile, invitto Breakhorn, che da anni infesta la montagna?

Peccato che la faccenda si faccia sempre più faticosa, e che il drago non sembri molto interessato allo scontro…

Deliziosa storia di cavalieri, draghi, armature e partite a scacchi – perché ci sono molti modo per sconfiggere un nemico (o è un amico?).

Ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione. ❤

Cici’s journal

Standard

33163365

Joris Chamberlain & Aurelie Neyret

Cici vuole diventare una scrittrice, e sa bene che per realizzare il suo sogno è necessario moltissimo lavoro – scrivere, scrivere, scrivere e studiare le persone, scoprire le loro storie e imparare chi si cela sotto il viso di ogni giorno.

E così le sue giornate sono piene di corse in bicicletta, chiacchiere con le sue amiche, appunti nel suo diario e… un mistero da risolvere: dove va lo strano vecchio che ogni fine settimana esce dal bosco con secchi di vernice vuoti?

Nonostante la sua fervente immaginazione Cici non riesce a capire – quindi, non resta che lanciarsi in un’investigazione con tutti i crismi, che porterà alla scoperta di un luogo veramente magico.

Deliziosa graphic novel intermezzata dalle pagine fitte di foto, macchie, appunti e disegni del diario di Cici, ha testi accessibili ma brillanti, personaggi a cui ci si affeziona senza neanche accorgersene e tavole assolutamente meravigliose.

Un gioiellino!

Ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione. ^^

I love a book

Standard

35696957

Joe Rathigan

Apri un libro e trovi…

…pirati che tirano su tesori al canto di poemi epici;

…squali che masticano banchi di scuola;

…alieni che leggono durante viaggi spaziali;

…cani di ogni razza, e ricette di ogni Paese;

…avventure infinite.

Tutte da amare.

Un viaggio colorato nell’avventura della lettura, vissuto attraverso gli occhi e la nutrita fantasia di un bambino.

Per ricordarci – sempre – perché amiamo leggere.

Delizioso.

Ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione. ^^