Archivi categoria: classici

Una Bibbia

Standard

 

51gjw7r5aul-_sx258_bo1204203200_

Rébecca Dautremer & Philippe Lemerchier

Una Bibbia.

51gm0czd9jl

Non la Bibbia: perché questo è il racconto – e la reinterpretazione – delle storie del Vecchio e del Nuovo Testamento, da tramandare come patrimonio di meraviglia e orrore, accompagnato dalle ricche, suggestive, sconcertanti illustrazioni della solita meravigliosa Dautremer, un racconto a sé stante, una reinterpretazione nuova del testo, in un gioco di continua scoperta.

a1ntolmpbdl

Un gioiello, anche per chi, come me, non crede – ma crede nel potere e nella necessità delle storie.

115918294-59bbe824-4878-4934-8ca7-7003463ca6fd

 

 

 

 

 

 

Annunci

A little princess

Standard

2302797

Frances Hodgson Burnett

 Io ho odiato Sarah Crewe per trent’anni.

L’affliggente, deprimente cartone animato, la bambina gioconda nelle avversità, con sempre una buona parola di sopportazione; la sigla insopportabile; e sopratutto, portava il mio nome, questa marmocchia agghiacciante che aveva chiamato una povera bambola innocente Priscilla.

Doveva saltarmi il ticchio di leggere il romanzo per riconciliarmi con la  mia omonima, e scoprirne il mondo molto più fantasioso e meno lamentoso di quello del cartone; una fantasia sbrigliata (quasi) quanto quella della mia amatissima Anna Shirley, e un’eroina che nell’affrontare le difficoltà non dimentica mai se stessa.

Ottima sempre la scrittura, e davvero ben caratterizzati tutti i personaggi; un altro recupero fortunato (e fortunoso) rispetto ai traumi della mia infanzia.

Il libro della giungla

Standard

junglebookcover

Rudyard Kipling

Mowgli il ranocchio; il saggio e pigro Baloo; Akela, il capo dei lupi; Bagheera, nera come la notte.

E poi scimmie, bufali, manguste, elefanti, serpenti grandi e piccoli, velenosi e non; uccelli rapaci e sciacalli – tutte le creature della giungla sfilano in questa superba raccolta, in pare avventure di Mowgli, cucciolo d’uomo adottato dai lupi, in parte avventure grandiose di altri animali.

Un classico, e non a caso: l’avevo letto ragazzina, ma se avessi ricordato anche solo vagamente la meraviglia di personaggi e ambientazioni, l’ironia sottile, la fervida immaginazione, il lussureggiare della lingua l’avrei ripreso in mano molto prima.

E la meravigliosa lettura di Giuseppe Cederna, disponibile gratuitamente su Adaltavoce.it, è un ulteriore motivo per inoltrarsi nelle profondità misteriose della giungla.

After many years

Standard

34696028

Lucy Maud Montgomery

Ventuno racconti pubblicati nel corso di quarant’anni, e mai più dati alle stampe fino a questa edizione.

E’ questo il baule dei tesori che le due curatrici regalano ai lettori: la possibilità di incontrare per la prima volta Lucy Maud Montgomery, o di ritornare alle atmosfere idilliache e stimolanti insieme dei suoi romanzi, apprezzando nel frattempo l’evoluzione del talento e dello stile  di una grande scrittrice.

Una lettura tonificante, per l’ironia e i personaggi sempre peculiari e ben caratterizzati che popolano queste pagine, appannata appena dai primi tre o quattro racconti, sfacciatamente moralizzanti: scritti, d’altronde, per una rivista cristiana, e inevitabilmente tarati sia nello stile, ancora acerbo, che nei temi.

Ma poi – che ricchezza, e quanti sorrisi in una raccolta che, per una volta, regala solo serenità.

Ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione. ^^

Don Camillo: Mondo piccolo

Standard

2613981

Giovannino Guareschi

 Piccolo lo è davvero il mondo in cui si muovono il comunista Peppone, sindaco dell paese, e l’arciprete don Camillo: un mondo di case, fiumi e campi, bestie e poderi, e incombente in ricordo della guerra.

Ma è anche un mondo grande, che rispecchia nei ricordi, nei rancori, nelle speranze, nelle faide l’intera Italia del dopoguerra, come una miniatura che riproduca un affresco.

E grandi, enormi sono i sentimenti che agitano il paese e i due protagonisti: rivalità e risentimenti, ma sopratutto una generosità profonda e indifferente alla ricompensa, che unisce tutti, quale che sia il loro colore.

Un libro meraviglioso, e scritto con un talento comico  e riflessivo insieme raro in passato e nel presente.

L’Inferno di Dante

Standard

inferno_di_dante_paolo_barbieri-cover

Paolo Barbieri

Quando ho scoperto L’inferno di Dante illustrato da Paolo Barbieri, conoscevo l’autore solo come illustratore di copertine, nello specifico quelle dei romanzi di Licia Troisi; sentendo che si era dedicato a illustrare alcuni brani dell’Inferno dantesco, il mio commento è stato un poco garbato “Dalle stalle alle stelle”.

inferno-dante-2

Ma ammetto di essere rimasta colpita e stupita dalla qualità dell’opera, e dal forte legame col testo dantesco: Barbieri ha uno stile dettagliato e visionario insieme, con lampi di modernità metallica che ricordano certe ambientazioni steampunk; sebbene l’abbia preferito nelle Favole degli Dèi, devo dire che la sua reinterpretazione di Dante è potente e attraente.

inferno-dante-1

Il segreto del Bosco Vecchio

Standard

dino-buzzati-il-segreto-del-bosco-vecchio-download-extra-big-157-894

Dino Buzzati

Amavo Buzzati da anni, ma ancora di più lo amo dopo aver passato qualche ora nel Bosco Vecchio: un bosco antico, popolato da strane e misteriose creature, in cui i venti parlano e gli uccelli si riuniscono per processare un possibile omicida; in cui gli alberi hanno spiriti che si manifestano in forma umana, e possono stringere patti per proteggersi; in cui la Natura è comunque Natura, e non risparmia nel suo ciclo la dolorosa verità della decadenza e della morte.

Ma è anche un luogo di cambiamento e crescita spirituale, che porta alla maturità i bambini e ai sentimenti chi ha vissuto nell’aridità tutta la vita, sia esso uomo o vento, in un ciclo continuo di mutamento e maturazione.

Un romanzo di ricchezza e bellezza eccezionali, reso bene da una lettura sentita e partecipe.

Dietro la maschera

Standard

10841015

Louisa May Alcott

Molti ignorano che l’apparentemente candida autrice di Piccole donne ha iniziato (e continuato, dopo il successo del suo romanzo più famoso) proprio come Jo, scrivendo truci storie di inganni e vendette, avvelenamenti  e fantasmi, seduzioni e crudeltà, pubblicate sotto falso nome e fortunosamente rintracciate di recente da due studiosi americani.

A me queste storie, con la loro truculenta ingenuità, i personaggi talvolta sbozzati, i colpi di scena da feuilleton, piacciono da impazzire: mi diverto tantissimo a ritrovare le radici del romanzo gotico, e la goffaggine dell’esecuzione non mi impedisce di godermi appieno le vicende, confrontandole con la produzione più conosciuta dell’autrice.

Anche Dietro la maschera ricade in questo filone: l’arrivo di una (apparentemente) giovane donna, fragile e ingenua, in una lussuosa casa di campagna porta sconvolgimenti e rancori fra i familiari, che si trovano tutti a dipendere da lei – senza intuire nulla dei suoi veri intenti.

Una chicca da recuperare.

The Snow Queen

Standard

818pa19f2el

Hans Christian Andersen & Sanna Annuka

La Regina delle Nevi è una delle fiabe più lunghe e complesse di Hans Christian Andersen, e una di quelle che amo di più fin da quando ero bambina: mi hanno sempre affascinato le vicende di Kai e Gerda, e l’algida figura dell’incantevole Regina delle nevi, perfetta e spietata come il suo regno di ghiaccio.

Non è certo una fiaba per i più piccoli, ma ben poche tra le malinconiche fiabe di Andersen lo sono, almeno nella versione originale; ma un lettore più grandicello – e un adulto – può apprezzarne appieno tutte le sfumature, e godersi insieme la magnifiche illustrazioni che arricchiscono questa raffinata nuova edizione: Illustrazioni che, come la storia, sono troppo simboliche e algide per i più piccoli, ma che proprio per questo complementano meravigliosamente il testo.

Ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione, e avermi permesso di scoprire la suggestiva arte di Sanna Annuka. ❤

The fir tree

Standard

16673306

Hans Christian Andersen & Sanna Annukka

Un giovane abete che, nella fretta di crescere, non riesce a godersi il presente.

Uno dei grandi classici misconosciuti di Andersen, e come molte delle sue fiabe una parabola malinconica sui difetti imani, qui arricchita dalle elegantissime, suggestive illustrazioni di Sanna Annukka.

Un’edizione più da adulti che da ragazzi, come la gemella, magnifica Regina delle Nevi, per la ricchezza di sfaccettature che offrono sia l testo che le immagini, da esplorare e riscoprire ogni volta che si apre il volume.

363547887_1280x720

Ringrazio l’editore per avermi concesso la copia necessaria alla stesura di questa recensione. ^^